lunedì 19 aprile 2010

Music Box

di Alex Busi

Gli inossidabili.
E' la rinascita degli anni 80. Gli anni dell'effimero, della musica fatta “solo per ballare”, dei fenomeni usa e getta. Dei gruppi improvvisamente schizzati in cima all'Olimpo, per poi scomparire repentinamente a fine decennio, come si fosse voluto rinnegare quel periodo spensierato, musicalmente troppo dance e poco impegnato, che rispecchiava poi lo stato dei tempi di allora ricchi di tranquillità e benessere economico. Se la musica riflette l'umore del momento , forse tutto ha un senso In questo periodo di crisi nera mondiale la voglia e' di “usare” la musica come svago per divertirsi, giocare, non pensare, ballare! Gli inossidabili U2 , Depeche Mode, Springsteen non hanno mai smesso di sfornare hit ed animare le folle degli stadi di tutto il mondo, ma c'e' una folta schiera di “meteore” che si sta riaffacciando sulla scena musicale.
Partiti i Duran Duran qualche anno fa pian piano stanno tornando tutti. Ci riprovano i Simple Minds con un disco uscito nel 2009 ed un tour avviato, seguono a ruota gli Spandau Ballet e i norvegesi A-HA. Riascolteremo anche la voce vellutata di Sade con il suo “Soldier of love” , Boy George non è da meno e aprirà i concerti londinesi di Lady Gaga. Nel gruppo ecco anche Samantha Fox la maggiorata di “touch me” che duetterà con la nostrana Sabrina Salerno.
E dove non ritorna l'artista arriva il sound degli emergenti che si rifanno a quegli anni, basti pensare agli Empire of the Sun, a Mika, ai Temper Trap. “On a mission” dell'australiana Gabriella Cilmi e' puro dance 80, Lady Gaga e' un riferimento continuo.
Era nel 2005che Madonna, in tempi non sospetti, fece uscire “Confessions on a dancefloor” un sound prettamente dance anni 80 ed un look attinente. Risultato: successo planetario e stadi esauriti ovunque. Dopotutto da 25 anni e' lei l'incontrastata regina, l'unica a non essere mai diventata “meteora”.

7 commenti:

maggie ha detto...

Eccotiiii, finalmente!!!! Benvenuto :-)

laura ha detto...

Amore mio, grazie per la tua illuminante disanima sulla musique...ma porca polpetta RAUL CASADEI LO VOGLIAMO CITARE UNA VOLTA OGNI TANTO!!!!
lui che ha fatto ballare ed innamorare milioni di pensionati sulla riviera romagnola!!??
sei impietoso!!!
ma ti amo sempre e comunque

Anonimo ha detto...

Io adoro Raul Casadei, la possima puntata potete dire qualcosa su di lui?

Stefy

alex ha detto...

Per Raoul provvedero'....considerata la grande richiesta faro' un salto alla casa del lisssio a documentarmi...:-))

laura ha detto...

vedi Alex,LO SAPEVO!!!!!!!!!!!!!!
un popolo sotterraneo ama raul!
mo senti vè, ma quando vai mo vengo anch'io.....
magari becco qualche bel pensionato con una ricca penione statale di invalidità!!!!

Anonimo ha detto...

Perchè non organizzate un raduno alla casa del lsicio? Io ci vengo

Stefy

cicobyo ha detto...

Ciao Alex e benvenuto!
La rinascita musicale è trattata molto esaurientemente nel tuo brillante post. Mi permetto di aggiungere che la musica è forse l'unico ambito dove si rinasce senza morire veramente. Dove si sente senza sosta il sound e lo stile anni '80 altre stelle e future meteore persistono con gli anni '90, con l'elettropop che non si è mai arreso, a raul casadei che non si è mai arreso e ha lasciato in erdità il suo stile retro al figlio. Forse perché la musica riporta sempre alla vita e all'amore, non alla morte. "si può amare da morire ma morire d'amore, no" chi lo diceva in musica?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...