sabato 21 novembre 2009

DOMINO CAFFE'

Il Vangelo della Maddalena – Ed. Gargoyle


Per questo post vi propongo un horror-religioso dell’autore David Niall Wilson che ha reinterpretato la storia di Maria Maddalena in chiave vampiresca. Non fatevi ingannare dall’apparenza. Il romanzo merita un’attenzione particolare per l’accuratezza dei profili dei personaggi. Wilson ci presenta la vita di un donna-angelo che ha avuto una parte molto particolare nella vita terrena di Cristo.
Mi è particolarmente piaciuto per le atmosfere gotiche che Wilson ha saputo creare, giocando con i chiaroscuri dei vangeli apocrifi, inventando là dove è stato omesso, scavando nei dettagli che sfuggono ai lettori disattenti.


Anno zero dell'Era Cristiana.
Il Nazareno si ritira nel deserto per quaranta giorni, digiunando e pregando per raccogliere dentro di sé la Profezia.
Il quarantesimo giorno gli appare l'Angelo della Luce, il Caduto, Lucifero. Lo conduce sulla cima di un monte e gli mostra le città e le terre sotto di loro, invitandolo a servirlo ed adorarlo, in cambio del potere su tutto quello che vede. Poi fa risalire dall'Inferno un angelo caduto con le sembianze di una donna, la Tentatrice, e gliela offre in cambio della fedeltà del Cristo al Demonio.
Il Cristo gli rivolta contro le sue sfide, e tende le mani verso la donna-angelo, promettendole la salvezza in cambio del suo amore incondizionato.

La Tentatrice, che nelle ere della Caduta ha bramato il perdono divino, non esita a tradire Lucifero, e cerca l'amore del Cristo, sapendo che solo attraverso di lui riuscirà a riottenere un posto in Paradiso.
Ma Lucifero non accetta il tradimento della Tentatrice. Scaglia su lei una maledizione potente, che la perseguiterà lungo il percorso della Profezia: sarà una creatura delle tenebre, il sole le brucerà la pelle, assetata del sangue degli umani, dannata nel corpo e nello spirito e condannata a vivere per sempre in attesa della redenzione che non otterrà mai.

Il primo capitolo di "Il vangelo della Maddalena" si apre con la comparsa di un essere ultraterreno, prima angelo e servitore del Demonio, poi creatura dalla forma umana ma dallo spirito demoniaco devastata dalla ricerca della salvezza e terrorizzata dalla maledizione della sua creazione.
Il Cristo le pone il nome di sua madre, Maria, e la consacra sua discepola e amante spirituale.
Intercalato dai passi del vangelo di Giuda, il romanzo si dipana fra luci e ombre, fra la gloria divina della Creazione, la maledizione imposta a Lilith, la prima vera donna, la ricerca affannosa del perdono, l'amore devastante e incondizionato del Cristo, e la caccia notturna del sangue umano.
Maria Maddalena è descritta in prima persona, creatura trascendentale che si divide tra le esigenze di una maledizione che le impone di dissetarsi di sangue e la costante speranza di recuperare la purezza attraverso l'amore di Cristo e il suo perdono.
Si svolgono, a ritmo incalzante, i miracoli operati dal Cristo così come descritti nei vangeli del Nuovo Testamento, ma correlati da una realtà nascosta che è la mano di Maddalena, che opera nell'ombra.
La figlia del ricco mercante, morta senza motivo apparente, morsa dalla Maddalena, che risorge come un demone.
Lazzaro, ormai morto da quattro giorni, morso anche lui dalla Maddalena, riportato in vita dal Cristo.
Il Demone Legione, scacciato dal corpo di un povero contadino.
La pesca miracolosa, seguita dal Cristo che cammina sulle acque e dalla moltiplicazione dei pani e dei pesci sotto forma di psicosi collettiva.
Maria Maddalena anticipa e provoca il Cristo, imponendogli di raggiungerla, di dimostrare il suo potere divino, e allo stesso tempo lo sfugge, timorosa della sua vendetta.
Troverà alla fine un sostegno in Giuda, il traditore, beffato dal destino da un marchio di cui non ha colpa. E sarà lei a guidarlo verso la tomba del Cristo, dove lo vedrà per prima risorto dalla morte, mantenendo fede a tutto ciò che era stato scritto dai Profeti.

David Niall Wilson è capace di ricreare l'atmosfera ossessiva di forti mutamenti, guardando attraverso gli occhi di una donna innamorata il breve e fulminante cammino del Cristo verso il Golgota, la necessità di portare a termine la profezia della venuta del Figlio dell'Uomo, e la lotta eterna di Lucifero che tenta la scalata del Paradiso, sfidando il suo stesso creatore.
L'idea stessa, piuttosto profana ed eretica, di associare il vampirismo ad una maledizione demoniaca si interseca con la necessità di trovare una via di redenzione per coloro che ne saranno colpiti, per fermare il contagio.
Il Cristo diventa chiave e pedina di un gioco fra potenti, Lucifero con Dio Padre, e Maria Maddalena sarà l'unica testimone di eventi che resteranno per sempre una leggenda.

1 commento:

Lorenzo ha detto...

DAVVERO INTERESSANTE...OTTIMA SEGNALAZIONE.
LB

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...