martedì 13 ottobre 2009

Tea time










Stieg Larrsson, Uomini che odiano le donne
a cura di Maria Luisa Pozzi

Primo volume della trilogia “Millennium”, il testo ha una trama avvincente e un ritmo narrativo serrato. Protagonista Lispeth Salander, una abilissima hacker che è in grado di superare qualsiasi protezione informatica e penetrare nell’hard disk di chichessa.
Non particolarmente bella, carica di piercing, è personalità affascinante per la sua abilità, per il suo drammatico passato e per le violenze che deve subire nel suo presente.
Ma la ragazza è tosta ed è in grado di vendicarsi delle brutalità subite.
A noi lettori sembra che, con lei, siano vendicate tutte le donne offese dalla violenza maschile.

Suo comprimario è Mikael Blomkwist, quarantenne di grande fascino e uomo impegnato nella denuncia della corruzione di politici e di uomini d’affari.
Al suo fascino cedono tutte le signore che passano sul suo cammino e il secondo grosso impegno del giornalista sembra essere quello di passare da un letto all’altro.
Romanzo interessante anche sul piano sociale sia per la denuncia della violenza contro le donne che della corruzione della classe imprenditoriale svedese.
Una debolezze del testo è la trama, avvincente sì, ma abbastanza improbabile. La sua forza uno stile narrativo incalzante che ne fa un page-turner. .
Affascinata dal primo volume sono passato al secondo che ho abbandonato dopo una quarantina di pagine. Ci ho trovato la stessa storia che avevo già letto nel primo volume.
Ho fatto un errore?
Mi dicono che il terzo volume è affascinante. Confermate?
Un abbraccio da Maria Luisa.

4 commenti:

Anna Grazia Giannuzzi ha detto...

E' vero che il secondo è più lento, il terzo chiude il cerchio e quindi va letto, secondo me, anche per quello. Erano anni che non restavo sveglia fino a tardi per continuare a leggere e scoprire come va finire la storia...anche se non ho ancora capito se la storia mi è piaciuta o no.

ha detto...

Io ho visto il film e nonostante fossi prevenuta per alcuni giudizi negativi che avevo sentito mi è piaciuto molto...sto pensando di leggere il libro ,anzi i libri..anche perchè di solito sono sempre meglio dei film.

Anonimo ha detto...

A me il film non è piaciuto affatto, non ho mai visto tanti attori brutti tutti insieme

PFG

anonimo ha detto...

Cara Anna Grazia, anch'io non so ancora se la storia mi è piaciua o no.
Lù, anche a me i film (ne ho visti due) sono piaciuti.
Per P.: il butterato mi è antipatico , la hacker è interessante e almeno NON E' UNA TIPO VELINA
Un abbraccio a tutte.
Maria Luisa

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...