martedì 8 gennaio 2008

NON HO L'ETA'


Curiosità: compagna di vita.

A cura di Cappe

La frase: “non ho mai perso tempo”.
Proprio per curiosità mi sono recata alla mostra di spille e collane “New Vintage” organizzata dalla signora Leda. Piccola di statura, occhi azzurri luminosi e vivaci, loquacità coinvolgente accompagnata da una gestualità signorile e pacata, degna di una miss della sua età.
Appunto. L’età a una donna non si dovrebbe mai chiedere, ma per noi un’eccezione: 82 anni.
Nel 2005 la rivista Glamour le dedica addirittura un’intera pagina. Sfilate e mostre suggellano il suo successo.
Cosa spinge a creare oggetti di una modernità estrema e di tendenza dopo le 78 candeline?
Non trovate affascinante il binomio avanguardia ed età “matura”?

Le sue composizioni sono realizzate con bottoni preziosi, in vetro, bachelite, murrine e fibbie, pizzi, nastri. Pezzi rigorosamente originali che spaziano dal primo ‘900 fino agli anni ‘70. Borsette vezzose, sciarpine di seta decorate con perle, cappelli, stoffe e molto altro.
Arte del recupero, maestria nella manualità e infinito buon gusto. Una creatività che si rinnova ringiovanendosi giorno dopo giorno.
Leda mi spiega che il suo segreto è racchiuso nella curiosità. Ovvero saper sfruttare qualsiasi occasione trasformandola in un’opportunità di crescita culturale ed emotiva. Mai perdere tempo, si raccomanda.
Un altro must, aggiunge, è essere sempre aggiornata sulla haute-couture come dimostrano i fedeli abbonamenti alle riviste AD, Marie Claire, Vogue. Tanto per intendersi.
Come un’intraprendente designer, mi racconta che spesso ha saputo anticipare le mode, cogliendo i desideri femminili attraverso intuizioni, spirito di osservazione, tanta energia. E così, da qualche anno, si dedica in particolare alla realizzazione di spille utilizzando i preziosi bottoni della sua collezione privata.
Le chiedo di descrivermi il suo concetto di creatività. Risponde: idee personali che scaturiscono dall’esperienza accumulata, dalla formazione ricevuta, dalla vita stessa. Creare non è copiare ispirandosi, è di più. E’ sognare il proprio oggetto, amarlo, mentre prende forma nella mente, cercare minuziosamente i materiali per potergli donare un’esistenza unica e perfetta.
Avete visto le foto della collana e della spilla? Che ne pensate?
Vi confesso che ci si congeda a malincuore dalla compagnia della signora Leda…

4 commenti:

Anna Grazia Giannuzzi ha detto...

Il binomio lo trovo molto affascinante, soprattutto perchè mi sto avvicinando a quell'età, ....quindi devo trovarlo affascinante! Dico davvero - anche se tempo ne ho - ma non potrei guardare al futuro, immaginarlo, se non la pensassi davvero così e mi lasciassi intristire dai capelli grigi che nascono di notte...

antonella ha detto...

devo ammettere che non è il mio look..ma riconosco che la creatività di Leda è stupenda!
brava, post bellissimo!
p.s. annag.i capelli grigi si tingono..magari di un bel rosa salmone..ti immagini la faccia delle tue baby-girls??...mamita loca :):)

maggie ha detto...

Che belle! Questo post è la dimostrazione che la voglia di fare, di vivere, creare, va oltre la data anagrafica...e che il materiale e le esperienze collezionate in una vita sono sempre attuali...! ps sarei proprio curiosa di vedere la signora Leda...

anna ha detto...

Lo trovo molto affascinante anche io: è quello che penso di voler fare da grande :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...