martedì 29 gennaio 2008

IL SIGNOR IN GIALLO


COM’è NATA JESSICA FLETCHER?
a cura di Lorenzo Bosi

Innanzitutto definiamo cos’è il “giallo”.
Questo genere letterario è nato verso la metà del XIX secolo e il suo centro di interesse è il crimine. Abbiamo diversi tipi di giallo. Primo fra tutti è:
IL GIALLO CLASSICO dove il protagonista è un investigatore privato o dilettante e l’autore del delitto si trova generalmente all’interno di una stretta cerchia di personaggi. Associate alle coinvolgenti dinamiche del thriller, proprio quelle sopra elencate sono proprio le caratteristiche sulle quali s’incentra il telefilm LA SIGNORA IN GIALLO.
Inoltre l’influenza di Agatha Christie trasportata nella realtà della provincia americana è stata la ricetta vincente che ha trasformato la serie in un vero e proprio cult a livello mondiale.
Ma torniamo alla domanda iniziale, com’è nata Jessica Fletcher?
Il 30 settembre 1984 la televisione americana lancia la prima puntata che rimarrà in onda per oltre dodici anni. L’ideazione della protagonista è il risultato dell’unione delle menti di Peter S. Ficher, Richard Levinson e William Link i quali, avendo evidentemente nella testa Miss Marple, decidono di rimodellare un’eroina che ricordasse il famoso personaggio inventato dalla magica penna delle Christie così ecco a tutti noi presentata Jessica Beatrice Fletcher.
La professione della Fletcher è quella della scrittrice di gialli che, casualmente, si trova spesso (forse troppo spesso) immischiata in qualche caso di omicidio.
Una curiosità.
Nel corso delle puntate si elencano un certo numero di libri scritti dalla protagonista. Ecco qui i più celebri:
- IL CADAVERE BALLO’ A MEZZANOTTE
- LA CRIPTA DELLA MORTE
- I MESSAGGERI DI MEZZANOTTE
- LA CANZONE DELL’UOMO MORTO
- GLI OMICIDI DELL’OMBRELLO
- LA VENDETTA DEL MAGO
- L’INNOCENTE
- IL CADAVERE DI VERFER
- OMICIDIO SUI TETTI
- IL CADAVERE CHE NON C’ERA
Naturalmente questi titoli non sono reperibili in nessuna libreria ma ai veri appassionati di Jessica Fletcher voglio ricordare che esistono alcuni romanzi basati sulla serie televisiva, pubblicati dalla Sperling & Kupfer.

Buona lettura a tutti e alla prossima puntata col GIALLO.

7 commenti:

ha detto...

Penso che la Signora Fletcher abbia successo perchè nonostante tratti di delitti sia in fondo inserita in un contesto rassicurante, è un pò così anche il telefilm Colombo.

Maddalena ha detto...

Caro Lorenzo, volevo ringraziarti, perchè grazie alle tue indicazioni, mio figlio ha ricevuto da Babbo Natale una raccolta delle avventure della signora in giallo. E' stato felicissimo.

Il signore in giallo ha detto...

Sono contento e ti ringrazio di seguire sempre la mia rubrica. Dammi pure qualche suggerimento; di quale "signora in giallo" vorresti approfondire la conoscenza?
Per la serie "UNA DONNA, UN MITO", la prossima volta vorrei parlare di Agatha Christie. Potrebbe andar bene?

Un saluto a tutti
Lorenzo

Ile ha detto...

Ciao Lorenz,
si dai che bello.
Io, quando ero piccola andavo matta per Agatha Christie, in particolare mi piaceva molto Miss Marple!
Dai, attendo di leggere il tuo prossimo post con delle notizie curiose.
Baci.

Maddalena ha detto...

Vada per Agatha!!!!

Anna Grazia Giannuzzi ha detto...

Agatha Christie va benissimo. Anche io adoro Miss Marple, soprattuto in un'edizione cinematografica o televisiva interpretata da un'attrice pimpantissima di cui non ricordo mai il nome...

Il signore in giallo ha detto...

Benissimo, vedrò di trovare qualche informazione sulla Regina del giallo.
Miss Marple è stata interpretata da diverse attrici tra cui anche Angela Lansbury.
A presto
Lorenzo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...