domenica 2 dicembre 2007

SONO DISTRUTTA

LA FELICITA'? SOLO TREEUROECINQUANTA.
di MonicaC








Venerdì, in un super fighetto hotel di Bologna centro, si è tenuta la premiazione della vincitrice del concorso vestirsi di emozioni.
Della quale (vincitrice) non parlerò e sul quale (concorso) non mi dilungherò, perché ci penserà Patrizia a farlo per voi.

La nostra cara Patrizia, si era ben raccomandata che ci si presentasse dignitosamente vestite all’evento, sentenziando, “cave mi raccomando, eleganza”, con un aplomb che neanche Susanna Agnelli.
Ammonimento che sicuramente non ha impaurito Ilenia, per tempo fornita di divino smeraldino abito Pinko, né tanto meno Irene, perfetta in una mise da giardino delle vergini suicide con tanto di very original jewels of the twenties, né tanto meno Cicobio, che si sarebbe potuto scambiare per il figlioccio di Domenico&Stefano, e men che mai Alberto, il più estinto tra i poeti, così charmant con le gote arrossate (sorvolo sul bianco fulardino annodato come i cordoni delle borse di un carico da diligenza). Che dire poi di Vladimiro, in logo no logo, o di Roberto, che stillerebbe fascino anche in pantofole, o di una Luigia super tirata e ovviamente di Patrizia e della sua mamma: D.I.V.I.N.E!
Ed io invece? Io?
Bè io, dopo una sera passata ad ingurgitare liquore Strega, con il segno del cuscino tatuato sul lato destro del corpo, ho trottato tutta la mattina alla ricerca di qualcosa che mi potesse far assomigliare ad una signorina per bene.
Forse con una gold card l'obiettivo sarebbe stato facilmente raggiungibile, ma con il mio green bancomat le cose si sono rivelate piuttosto complicate.

Mi piacerebbe chiedere a tutte le case di moda low price, che fanno leva sul loro essere cool pop (sarebbe onesto dirlo se intendevate il popper):
1) Ma chi cazzo è che mette le taglie sui vestiti? Enrico la talpa?
2) Qual è il vostro prototipo di riferimento? forse la Tania con la cellulite?
3) Per chi fate le magliette lunghe-lunghe e smilze-smilze? per il mocio vileda?
4) Dove li addestrate i commessi che urlano come delle groupie arrapate “chi è la signora che mi ha chiesto la gonna XL”? forse ve li fornisce la mondialcasa?

Morale della favola: dopo 4 ore di marcia serrata, 15 paia di pantaloni provati -per scoprire gongolante che la 40 mi va larga, poi sfiduciata, che la 38 non supera i promontori delle chiappe, infine incredula, che non esiste la 39- ho gettato la spugna maledicendo le mie ristrettezze economiche e tutti i zara, heicendemm, manghi e montagnole del cavolo.

Con i polpacci doloranti ho arrancato sino alla porta di tuttounto e, poggiato il mio culo su uno sgabello arancione, mi sono consolata con un fritto misto in cono di carta.
Buonissimo. A soli 3 euro e 50.

11 commenti:

ha detto...

bè diciamo che il mio look era casual elegante (jeans mimetizzato da giacchino corto vivacizzato da un foulard colorato in tinta con il golfino che spuntava da sotto la giacca), le scarpe non erano molto eleganti, ma decisamente comode e visto come abbiamo scarpinato per il centro, direi che ho fatto bene a metterle.
Comunque la premiazione è stata carina e la Patrizia sempre perfetta.
(anche tu eri molto elegante)
bacioni

ha detto...

scusa ma non avevo letto tutto il post; l'ho fatto adesso: sei fortissima!!! sono davvero d'accordo con te sulle taglie..secondo me le mettono lanciando i dadi..

Anonimo ha detto...

Ma Monica......è l'articolo del mese..geniale, divertente. Embedded!

P.F.G.

IleniaF ha detto...

Concordo con Patri.
Monica sei davvero grande, superlativa!!!!!!!

Fabio Cicolani aka cicobyo ha detto...

Grande!!! E dire che lo shopping dovrebbe essere un'esperienza rilassante! Per quel che vale secondo me eri chiccosissima!

Maria Cristina Campagna ha detto...

Avrei voluto vedervi, bellissimi!
Sul fritto ti non hai tutti i torti, è qualcosa di grande e soddisfa tutto!
Baci

Maddalena ha detto...

Ragazze le foto, io voglio vedere le foto, vi prego!!!!!

Monica Caboi ha detto...

Ma grazie Pat!!
E grazie anche agli altri per gli apprezzamenti sulla mise!
M. Cristina, ci intendiamo sul fritto.
Baci baci a tutti
Io sono a lezione di giornalismo, tra poco Diritto! Ho le occhiaie sino alle ginocchia....

antonella ha detto...

Chapeaux!Soprattutto per il look giardino delle vergini suicide!

Delia ha detto...

Ciao Monica! Ti avevo già scritto per salutarti, ma non è mai arrivato il commento. Sono una frana con internet e i blog. Ma ci riprovo...
Spero di sentirti presto. Complimentissimi per i tuoi post meravigliosi!!!!
Delia

Monica Caboi ha detto...

Ciao Delia, grazie, che carina!!!!
Fatti sentire se passi a Bologna, ho tante cose da raccontarti. Tu, tutto bene? Baci

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...