martedì 11 maggio 2010

Rampa di lancio

di Lù Mancini

Contaminazione dei generi letterari : giusto o sbagliato?
E’ giusto contaminare i generi letterari mischiando mistero con romanticismo o sentimentalismo, giallo con gotico e con noir? secondo alcuni autori come Raymod Chandler era importante non contaminare i generi: secondo lui una storia di fredda riflessione non può essere al tempo stesso violenta avventura e passione amorosa. Ma è davvero così ? Forse non è importante avere regole ferree nello stile e nel contenuto, forse ciò che è davvero importante è scrivere storie emozionanti. La linea di confine non è sempre così netta, non lo è nella realtà figuriamoci nella fantasia e la scrittura creativa è basata su entrambe, realtà e fantasia. La scrittura è il luogo della libertà assoluta della nostra creatività, è il luogo del tempo senza inizio, dell’amore e della sublimazione del dolore. In fondo la letteratura, il cinema e il teatro hanno spesso avvertito il bisogno di rinnovamento sperimentando la fusione di stili e generi diversi e spesso con risultati di notevole successo di pubblico e di critica. La scrittura porta in un terreno inesplorato che rende migliori e porta a capire talvolta cose che non sempre afferriamo anche se le abbiamo sotto gli occhi, quando scriviamo entriamo in un’altra dimensione: possiamo pensare di parlare di noi stessi e della nostra vita, oppure del mondo esterno, dei rapporti con gli altri e delle relazioni che ne derivano. Attraverso la scrittura possiamo immedesimarci in tanti personaggi differenti e attraverso di essi e la loro vita trasposta sulla carta possiamo curare la nostra anima o superare le nostre paure, perché possiamo mettere sulla carta le nostre ansie, i nostri sogni più audaci, le nostre fantasie più ardite e attraverso la creatività di un racconto, possiamo trovare un potente antidoto al nostro dolore, il conforto e il sollievo della nostra esistenza, o il momento magico di una giornata perfetta.
La scrittura allarga la visione del mondo, ci porta a contatto con l’eterno che abita dentro di noi, dove la realtà diventa ricca di infinito perché i libri si sa raccontano il mondo, soprattutto quel mondo che non conosciamo e che vorremmo approfondire e per farlo spesso mischiare generi ed esperienze può essere davvero illuminante.

2 commenti:

laura ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Ludovica ha detto...

mischiamo assolutamente, andiamo fuori dagli schemi.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...