venerdì 13 marzo 2009

Creatina pour Femme

Le Donne del Nordest

a cura di Katia Ceccarelli

Risale allo scorso 8 marzo l'appuntamento di cui vi parlerò stavolta. In occasione della Festa della Donna, molte signore e anche signori sono andati ad ascoltare la scrittrice Tiziana Agostini che presentava il suo libro "Le Donne del Nordest" pubblicato da Edizioni Biblioteca dell'Immagine. Ad accompagnare l'excursus sulla storia delle donne in questa zona "locomotiva d'Italia" la brava e briosa cantante Rosanna Trolese con canti popolari e di protesta di varie epoche. L'evento si è tenuto nella sede della libreria Lovat a Villorba - appena fuori Treviso - in collaborazione con un dinamico gruppo Auser. Se il tema della memoria può essere parte della cultura di tante grandi città e di regioni "impegnate per tradizione" come la Toscana e l'Emilia Romagna, in Veneto - per quanto concerne la mia esperienza personale - un appuntamento come questo è stato davvero una piccola rivelazione. Qui dove la memoria si usa solo per ricondurre a una millantata "razza Padana" sentire parlare di donne in lotta è davvero una boccata di ossigeno... Il volume in questione raccoglie con sensibilità e passione le storie individuali di donne del Nordest che hanno partecipato attivamente alla vita del nostro paese come: la senatrice Merlin (dell'omonima legge che sancì la fine delle Case di Tolleranza) o Tina Anselmi giovane partigiana e poi prima donna ministro. L'elenco di personaggi sarebbe molto lungo, dalla politica alle arti, ma ci sono anche tante storie collettive di rivendicazione sociale femminile che conservano un fascino epico ancora oggi. Ero intenzionata a rivolgere delle domande in diretta a Tiziana Agostini ma non è stato possibile, spero però in un'intervista via web. Molte sono le questioni che vorrei affrontare sulle donne e il Nordest attuale con chi si occupa seriamente di certi temi. Continuo a sperare che queste zone ricche di storia e anche di denaro non siano percorse solo da arroganti bionde a bordo dei loro SUV.

6 commenti:

Anonimo ha detto...

che ridere..me le vedo le arroganti bionde in suv,aggiungerei:lampadate,perizomate con tatuaggio tribal..
:)
antonella

maggie ha detto...

Speranza condivisa.
anche se le donnine in SUV sono caratteristiche, soprattutto se con accessori leopardati grrrr :-). Molto bello il volantino. Non sono riuscita a leggerlo bene, ma il lay out mi piace. Aspetto intervista.

Katia Ceccarelli ha detto...

Il volantino è una cosa mia che ho fatto per il comitato donne CAMST di Bologna tanto tempo fa.

maggie ha detto...

eh Katia...a dimostrazione che apprezzo e condivido i tuoi gusti e le tue scelte "artistiche/figurative"!!!

Anonimo ha detto...

Hai proprio ragione, Katia, sulle donne del Nord-Est. Infatti, io, toscano vissuto in Emilia, ho sposato una padovana. Posso dire tranquillamente che senza di lei sarei un uomo morto.
Un abbraccio da Vladimiro

Maddalena ha detto...

Sai che le arroganti bionde in suv, lampadate, perizomate, tatuale e RITOCCATE dal bisturi el chirurgo estetico, sono una razza diffusa anche in Emilia, molto diffusa ....

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...