giovedì 1 gennaio 2009

2009


a cura di Maddalena


Ebbene si, il 2008 è finito.
Per molti essendo un anno bisestile sarebbe stato comunque funesto; alla luce degli avvenimenti accaduti, se anche avesse avuto solo 365 giorni è stato bello tosto ugualmente, non ci ha risparmiato nemmeno un terremoto vero e proprio giusto prima di Natale. Anche la Madre Terra ha voluto dire la sua, ha emesso un grido rabbioso, un urlo di dolore, ha voluto partorire la sua disapprovazione per quello che sta succedendo. L'indifferenza regna sovrana: a nessuno importa niente 1) del globo terrestre;
2) della sua popolazione animale e umana.
Viviamo a testa bassa un'esistenza che in quanto esseri pensanti ci appartiene poco, ma non abbiamo il tempo e a volte nemmeno la forza per contrastare un destino che ci travolge; anzi a volte crediamo di averlo voluto e scelto razionalmente.
No, non è così, ne sono sempre più certa.
Quello che stiamo vivendo ora, il down economico, relazionale, familiare, personale è il frutto di quello che abbiamo creato fino ad oggi a livello emozionale: poco.
Bene.
Anzi male, ma bene, perchè una volta toccato il fondo anzichè scavare, possiamo provare a riscrivere la scale dei nostri valori: da lì inizia la risalita.
Quindi come mio augurio per il nuovo anno a voi e a me è che se dovremo spargere lacrime, siano di gioia e felicità.
Buon anno!!!!

10 commenti:

IleniaF ha detto...

Tanti auguri!!!!
Ebbene si, questo anno ha visto susseguersi tante forse troppo cose brutte, disastrose e dolorose.
E mi trovi completamente d'accordo nella tua affermazione su quello che sta accadendo:"il frutto di quello che abbiamo creato fino ad oggi a livello emozionale: poco", sacrosante parole e soprattutto vere.
Sul ricominciare, invece, ahimè, sonomolto dubbiosa. L'uomo, secondome, oramai, non crede più in se stesso o forse ci crede troppo? Non so, ma da quanto mi sembra di vedere guardando la situazione attuale, mi sembra che la gente non creda più in nulla, che abbia perso la voglia di credere.
Forse sono troppo pessimista, ma oggi la penso così, magari domani cambierò idea o magari qualcuno riuscirà a farmela cambiare, MAGARI!!!

Anonimo ha detto...

Auguri Maddalena e a tutte voi!

PFG

Maddalena ha detto...

Cara Ilenia, il pessimismo è la naturale conseguenza di questo vivere nell'indiferrenza, ma se oggi nonostante il freddo polare esci e vai a berti una bella cioccolata calda (visto che sicuramente anche tu come me sarai stata super a diesta in queste feste e sarai denutrita: maddalena=mabbalena ...) e ti prendi un attimo per chiaccherare con chi accanto sta benendo un capuccino, oltre ascaldarti lo stomaco potrai sentire caldo al cuore, FIDATI !!!! Sappimi dire!!

Maddalena ha detto...

Grazie prof per gli auguri!!!

IleniaF ha detto...

Cara Madda, mi credi se ti dico che proprio ieri sera ti ho scritto dopo aver bevuto una tazza di cioccolata alla cannella ed arancia conversando con una delle mie migliori amiche?

Maddalena ha detto...

Grande Ilenia, mi viene l'acquolina in bocca, deve essere squisita...

maggie ha detto...

Ciao Maddalena :-) Buon Anno!!!!in effetti la situzione che stiamo vivendo non e'delle migliori socialmente ed economicamente e... Tuttavia credo che un atteggiamento positivo e positivista possa aiutare: magari se un po'tutti iniziassimo a Ragionare molte cose andrebbero diversamente. Quindi:attacchiamo il cervello o ri-indossiamolo, propongo come nuova tendenza del2009 quella di munirsi o rimunirsi di Testa per usarla ;-) e sorridere...poi chissa'...staremo a vedere!Baci

Maddalena ha detto...

Mi piace molto l'idea di sorridere, comunque, quanto a quella di riattaccare il cervello è sicuramente buona, ma in molti ne sono sprovvisti, lo giuro !!!!

intelligence ha detto...

gucci vintage
gucci online
gucci fashion
gucci uk
gucci bags

Irma ha detto...

Il 2009 sta per finire... Ho letto, in questi giorni, uno scritto di David Foster Wallace: semplice, chiaro, sull'imparare a pensare, come capacità di scelta e decisione. Qualcosa di così immediato, che spazza come un buon uragano tante povere chiacchiere. Poi mi sono ricordata che Foster Wallace non c'è più, spazzato via anche lui da un uragano, questo cattivo. Insomma:"Questa è l'acqua" è il titolo del libro e anche dello scritto cui facevo riferimento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...