venerdì 3 ottobre 2008

SONO DISTRUTTA


Intorno a Facebook e a tutto cio' che apparentemente ci aiuta
di MonicaC

Da due giorni sono una facebook addicted e l'uomo piu' grasso del mondo mi ha accettata tra i suoi amici. Gongolante di imbeccilita', sono arrivata a lavoro e ho reso partecipe il mio capo della lieta novella. Lui mi ha squadrato con perplessita' e, sorridendo beffardo, ha detto: "Ma lo sai chi sta dietro a Facebook?". L'ho guardato come un' ebete, pensando che la risposta "un nerd" non fosse in realta' quella giusta e, infatti, non lo era. Almeno, non totalmente.
Leggete la traduzione di quest'articolo di Tom Hodgkinson pubblicato sul Guardian il 14 gennaio 2007, e inorridite con me: http://lucaboschi.nova100.ilsole24ore.com/2008/09/detesto-faceboo.html#more.
In realta' piu' abbattuta che sollevata, i primi segni della dipendenza evidentemente si stavano gia' manifestando, mi metto a cercare a caso qualche notizia da leggere e, sfiga delle sfighe, mi imbatto in un articolo dell'Ansa New York intitolato: "Troppe chiacchere tra ragazze causano depressione". (...)
A questo punto la mia vita e' rovinata, e fugaci dubbi si trasformano in monumentali certezza.
Detta come va detta, le paranoie di cui noi donne siamo vittime (volontarie) predilette - piu' note con l'espressione, poco fine ma tanto evocativa, di "seghe mentali" - rientrano in un fenomeno ribattezzato dagli psicologi americani "co-rumination". Una parola che evoca l'atto del ruminare il pasto tra gli animali erbivori (vedi mucche), utilizzata per definire certe chiacchere ossessive femminili, in cui fatti e (ri)fatti della vita sono sminuzzati (anche questo un termine con chiari richiami) e sviscerati (idem) fino alla nausea, con il rischio di provocare solo un senso di frustrazione e inadeguatezza.
Nell'articolo il termine e' riferito alle tipiche chiacchere fiume delle adolescenti, contrapposte a piu' sane abitudini maschili, come dare due calci al pallone con gli amici, che a conti fatti risolvono molto piu' problemi.
Ma, ammettetelo, sappiamo benissimo di esserci anche noi tra quelle adolescenti sfinentiricercatricidiconsiglialtrui.

6 commenti:

plainsex ha detto...

Sono sempre un po' scettica rispetto a questi allarmismi. fb è il social network più frequentato quindi vanta anche una lunga schiera di detrattori.

Tutto quello che passa per la rete è in qualche modo tracciabile o tracciato, si sa.

Personalmente sono iscritta da gennaio, non ho mai avuto una gran simpatia per lui ma solo perché non lo trovo adatto alle mie esigenze, non posto le mie foto e aggiungo solo persone che conosco nella vita reale.

E per le chiacchiere al femminile -che a me non causano affatto depressione ma forse perché non sono più una ragazzina?- preferisco sempre il tavolino di un bar ;-)

^Ranocchietta^ ha detto...

Anch'io adoro le chiacchiere con le amiche, al bar, in spiaggia, AL TELEFONO, figurati...sono una logorroica! Però, quella continua ricerca di "ma tu cosa ne pensi?", "dovei farlo oppure no?" che, solo noi donne, sappiamo vomitarci addosso, penso che a volte sia più controproducenti che benefica.
Ma, ovvio, non vale per tutte ;P
Riguardo a facebook, non mi riferivo alle informazioni su di noi che finiscono nella rete senza un controllo (anche questa conversazione, d'altronde, finisce con il farne parte) ma alla filosofia, o meglio dire, ideologia che ci sta dietro. Quella di neocons di estrema destra ispirati a "teorie mimetiche" e investitori legati a società della Cia. Un' idea che, almeno a me, non fa tanta allegria.
Come la marcia, organizzata in facebook, contro le Farc (leggi qui: http://74.125.45.104/search?q=cache:PjKlVLTtmDIJ:sitoaurora.splinder.com/post/15790629+facebook+marcia+contro+farc&hl=it&ct=clnk&cd=1&client=safari) che, ti assicuro, se leggessi ogni giorno notizie sull'America Latina e i tentativi di destabilizzazione portati avanti dagli USA, in quello che definiscono "il (loro) giardino privato", ti farebbero pensare a qualcosa in più di un allarmismo. Comunque è colpa mia, non ho spiegato bene ciò a cui alludevo, e non mi sono impegnata, dal mio osservatorio privilegiato, ad informarvi su cosa accada nel cono sud dell'America. Rimedierò.

^Ranocchietta^ ha detto...

Il link è questo, pardon : http://sitoaurora.splinder.com/post/15790629, ma sta un pò ovunque. Baci

^Ranocchietta^ ha detto...

E, tanto per "compartir", beccatevi pur questo : http://www.peacereporter.net/dettaglio_articolo.php?idpa=&idc=7&ida=&idt=&idart=10063.

^Ranocchietta^ ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Maddalena ha detto...

Che dire, così va il mondo, ma anche io da non più ragazzina opto per il bar o al massimo il telefono.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...