giovedì 15 maggio 2008

RAMPA DI LANCIO

DAL BLOG AL ROMANZO
A cura di Lù Mancini

Cari lettori
Vi segnalo un concorso letterario, in scadenza il 30 maggio 2008, che mi sembra piuttosto interessante:
la casa editrice “Il Filo” seleziona opere letterarie inedite per la pubblicazione. Per concorrere alle selezioni è sufficiente inviare una raccolta poetica, un romanzo o una raccolta di racconti o un saggio letterario, storico o filosofico.
Tutte le informazioni sul sito http://www.ilfiloonline.it/
Raccogliendo le osservazioni e i suggerimenti di alcune di voi vado ad analizzare l’esperienza di alcuni blogger che successivamente hanno pubblicato dei romanzi.
Questi scrittori hanno cominciato scrivendo su un loro blog e si sono per così dire “messi in evidenza”, grazie a questo sono passati poi alla pubblicazione di romanzi ispirati proprio alle argomentazioni del loro blog.
Ed ecco alcune di loro (quelle a me note sul genere sono tutte donne!)
Pulsatilla denominazione del suo blog “Diario verde acido”
Lei si definisce cattiva io la definisco invece “accattivante”, conquista con una scrittura fluida e sfacciata, non usa mezzi termini e affronta i temi più disparati dalle futilità ai piccoli drammi quotidiani che ognuno di noi incontra tutti i giorni in modo divertente e ironico.
Il suo libro “La ballata delle prugne secche” (titolo direi “fuori dal comune”) è davvero divertente e dissacratorio, nel leggerlo mi sono divertita molto e mi sono riconosciuta in molte situazioni paradossali. Il pregio di Pulsatilla è proprio il fatto di non avere peli sulla lingua e di scrivere quello che pensa in modo derisorio e intelligentemente spiritoso. Io invidio molto questa capacità di scrivere spudoratamente quello che si pensa in modo completamente aperto e sfrontato.
Altra blogger diventata famosa e passata dal web alla carta è Caterina Cutolo che ha pubblicato il libro “Pornoromantica” dove parla di una trentenne laureata che lavora come cameriera presso una trattoria romana finchè le propongono di tenere un corso di sesso per corrispondenza. In pratica il romanzo raccoglie i migliori post del suo blog e si parla di sesso trattato in forma ironica e per così dire “romantico”. Io confesso che il libro non l’ho letto, ho però curiosato sul suo blog ed ho seguito una sua intervista in televisione e trovo che dal telefilm “Sex and the city “ in poi l’argomento “sesso” raccoglie sempre proseliti e curiosità. Anche in questo caso non è facile parlare apertamente di sesso non tralasciando i dettagli ed i pensieri più intimi e dissacratori
Infine Melissa Panarello meglio nota come Melissa P. partita dal blog in cui parlava della sua iniziazione sessuale, racconta poi nel suo libro “Cento colpi di spazzola prima di andare a dormire “ le sue esperienze di sesso sfrenato e sconvolgente soprattutto perché si tratta di una ragazza di sedici anni. Io ho letto il libro in tempi non sospetti , cioè comprandolo in libreria per pura curiosità e sono rimasta molto colpita dal genere di storie sconvolgenti che racconta (mi sono chiesta se si tratta di invenzione o realtà), in ogni caso l’argomento scabroso funziona sempre ed ancora una volta è il sesso. Non per niente ne è stato tratto un film, anche se non di grande successo.
Ho letto anche il suo secondo romanzo “L’odore del tuo respiro” e, a parte il titolo che trovo fantastico ed evocativo, l’ho trovato piuttosto deludente.
Al di là del fatto che questi personaggi possano piacere o no ritengo la loro esperienza molto istruttiva, chi vuole può farne tesoro.



7 commenti:

Il signore in giallo ha detto...

Ciao Lù,
a proposito della casa editrice Il filo on line, mi sono arrivate voci - non so se fondate o meno - che a molti dei partecipanti al concorso, arriva poi una proposta editoriale a pagamento.
Questo è un trucco ricorrente. Bisogna stare sempre molto attenti...
Baci
LB

Katia Ceccarelli ha detto...

Confermo le voci udite dal signore in giallo

ha detto...

Cari Lorenzo e Katia
vi ringrazio della segnalazione, avete fatto benissimo a farlo presente. Non so... lascio comunque nel post la segnalazione del concorso, e la libertà a chi vorrà di partecipare con l'avvertenza di essere guardinghi su proposte editoriali a pagamento assolutmante da evitare!

Anonimo ha detto...

Ciao Lù anche tu potresti seguire la scia, non credi?
Adri

ha detto...

Cara Adri, ti ringrazio per la fiducia, ma mi sa che la mia strada è ancora lunga,però sto studiando l'argomento.
baci

Fabio Cicolani aka cicobyo ha detto...

Avevo sentito la stessa cosa. E' una casa editrice a pagamento. Mi sembra che o ti chiedono soldi o ti obbligano a comprare copie..

ha detto...

ciao Fabio, grazie anche a te della segnalazione, certo che è difficile trovare dei concorsi letterari seri, comunque ci proviamo.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...