mercoledì 5 marzo 2008

SONO DISTRUTTA

CITTà PER BACIARSI
a cura di MonicaC





L’amore è eterno finché cura.
Finché c’incorona e ci inargenta, come ebbe a dire la Valduga.
Così stanno le cose. Così dovrebbero essere.

Settimane fa sono stata a Torino, a trovare le mie amiche.
In ogni angolo di strada, qualcuno si baciava attorcigliandosi. Milioni di fidanzatini di Peynet riempivano l’intero spazio visivo. Sembrava ci fosse in atto una congiura.
Forse perché nell’aria si respira tutto quel cioccolato? Forse perché Torino è una città romantica?
Non lo so. Così era, così mi è parso che fosse.
Pure le mie amiche si muovevano in una corrente amorevole.
Ho pensato: forse è davvero l’aria? magari mi trasferisco a vivere qui. Pensiero abbandonato in un secondo.
Già, purtroppo o meno male, non basta l’aria o il cioccolato.
Quanti aerosol servirebbero, quanti bagni nel gianduiotto, per continuare ad aggrovigliarsi?

Tornata a Bologna, mi accorgo però di qualcosa che stona, e non è solo il contenuto del cornetto o la puzza di piscio sotto i portici. Mancano i baci e la gente abbracciata.
Forse è meglio che torni a Torino.
O Torino è solo la distanza, e potrebbe essere Roma oppure Milano?
Saranno i chilometri a fare la differenza? O qui manca un po’ di poesia?
E se fosse, basterebbe ad Alberto regalare “un fiore di carta, che non profuma, né metterà mai foglie stanche”?
Basterebbe ad eternare tutto quel che raramente dura, sapere che “due, non é il doppio di uno ma il contrario, della sua solitudine?”
Chissà.
A Bologna, comunque, manca l’aria.

7 commenti:

Maddalena ha detto...

Cara Monica, non è la città che fa il groviglio amoroso, o meglio non solo. Certo che a Venezia e Parigi viene meglio che non nella pianura padana! Però è quello che sentiamo dentro che ci fa vedere bello anche ciò che non lo è. Pensa che a me Bologna fa l'effetto di Parigi quando il mio cuore è contento! Vedi tu ... . Credimi quegli innamorati che anch'io invidio tanto, quando li vedo baciarsi per la strada di solito sono molto giovani e fiduciosi, io lo sono molto meno, perchè sono più realista e scafata ... . Ma la primavera fa miracoli, chissà che non smuova qualche ormone sopito, parlo me per :) per te, non hai che da smettere di vedere negli altri quello che sei tu, super!!!!!!

ha detto...

Cara Monica,
la puzza sotto i portici proprio non aiuta a sentirsi romantici, diventa difficile abbracciarsi e baciarsi quando devi stare attenta a dove metti i piedi!
Sono stata a Roma tempo fa e passeggiare per le vie del centro pulite sotto un cielo luminoso mi faceva davvero sentire più romantica..forse non era solo questo ma aiutava. Anch'io a volte sento che a Bologna manca l'aria.

Paola ha detto...

Cara Monica, che bell'argomento ci hai presentato.Penso anche io sia bellissimo aggrovigliarsi e vedere l'amore in giro, qui oramai non c'è più posto per i sentimenti, manca l'aria e molto altro. Non vorrei solo vivere in una Bologna con l'aria pulita, ma anche romantica!!!!
Paola

Ely ha detto...

Cara Monica
anch'io la penso come Maddalena e poi Torino è davvero una città romantica. Ha un alone di mistero che ancora ricordo.
Non so di Bologna perchè non ci sono mai stata, ma so che a volte gli occhi vedono solo ciò che la mente ci vuol far vedere.
Forse a Torino eri più rilassata ed hai potuto notare delle scene che magari ci sono anche da te, ma presa come sei, non vedi.
Chi lo sa!

Maria Cristina Campagna ha detto...

Sembra una poesia. Vedo le immagini dai tuoi occhi.
Baci

Anonimo ha detto...

la rinomata classe e discrezione sabauda,tipica dei torinesi,mixata alla Nutella della familgia Ferrero non poteva far altro che generare questa sinfonia di emozioni al sapore di nocciola.slurp!
antonella

Ludovica ha detto...

forse ti sei 'anestetizzata' alla tua città come spesso succede con le cose che abbiamo sotto gli occhi ogni giorno. trova un nuovo punto di vista..

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...