mercoledì 19 marzo 2008

IL SIGNOR IN GIALLO


JACK LO SQUARTATORE
A cura di Lorenzo Bosi

Diversamente dagli altri post, questa volta non parlerò né di Jessica Fletcher né di Agatha Christie ma di un caso che stuzzica la fantasia di molti amanti del giallo.
Uno spietato assassino la cui vera identità è tuttora sconosciuta: JACK LO SQUARTATORE.
Questo serial killer agì a Londra nell’autunno del 1888 e i suoi bersagli erano esclusivamente prostitute che sventrava e sgozzava. A lui sono attribuite cinque vittime ma è probabile che ne abbia uccise molte di più.
Fin da allora molte sono state le ipotesi per svelare chi si nascondesse dietro questo inquietante pseudonimo. Nessuna di esse però è corredata da prove inconfutabili.
Per gli investigatori dell’epoca ci sono 4 persone sospette:
- Montagne John Druitt: un giovane avvocato. La coincidenza della data del suo suicidio con quella dell’ultima vittima attribuita a Jack lo Squartatore lo resero uno dei massimi indiziati.
- Aaron Kosminski: ebreo polacco di professione parrucchiere. Era affetto da turbe mentali. Inoltre odiava le donne e aveva forti tendenze omicide. Fu rinchiuso in manicomio dove trascorse gli ultimi anni della sua vita.
- Michael Ostrog: un folle medico russo con una ricca storia criminale alle spalle. Nonostante i numerosi furti e i cambi di identità per i quali fu più volte condannato, non si sono mai avute notizie certe di casi di violenza che lo coinvolgessero.
- George Chapman: polacco emigrato a Londra nel 1887. Nel 1902 fu accusato dell’omicidio della moglie e, successivamente, anche di quello delle due mogli precedenti. Si pensò che potesse essere Jack lo Squartatore ma il modus operandi non coincide. Chapman uccideva in maniera incruenta, somministrando veleno…
NIENTE DA FARE…
A dire il vero ci sono anche indagini moderne che cercano di rivelare il nome del serial killer più famoso della storia.
Secondo Alan Moore si sarebbe trattato di un complotto reale per coprire il matrimonio di un nipote della regina Vittoria con una prostituta da cui sarebbe nata una figlia. Le cinque vittime sarebbero state necessarie per eliminare tutti i testimoni di quella vergognosa relazione.
Anche la grande scrittrice di gialli Patricia Cornwell si è interessata al caso e avrebbe identificato Jack lo Squartatore nel pittore Walter Sickert. Le prove per affermare la sua teoria sono molteplici e tutte riportate nel libro RITRATTO DI UN ASSASSINO: JACK LO SQUARTATORE/CASO CHIUSO. Gli studiosi moderni però le hanno ritenute poco convincenti.
Non è ancora finita. Tra le tante, l’ultima teoria in ordine di tempo è, secondo me, la più interessante e senza dubbio la più sconvolgente.
Chi di voi la conosce?
Secondo me merita un approfondimento maggiore quindi preferisco parlarne la prossima volta.
Intanto provate a leggere il libro della Cornwell, io l’ho trovato molto interessate e, in certi punti, mi ha convinto che avesse ragione e che Walter Sickert fosse il vero colpevole.
Ma anche il film LA VERA STORIA DI JACK LO SQUARTATORE, nel quale si sostiene la teoria del complotto, può essere molto convincente… Fatemi sapere cosa ne pensate.
Un abbraccio
LB

6 commenti:

IleniaF ha detto...

Caro Lorenzo,
Hai scelto proprio un bel soggetto, Jack the Ripper.
Mi ha sempre affascinato molto questa figura, soprattutto dopo l'uscita del film con Johnny Deep con la quale si sposa la teoria del complotto reale, che a me è sembrata molto convincente.
E poi, a vedere il film, l'assasino aveva una precisione chirurgica nell'incidere le proprie vittime che tutto lascia pensare all'ipotesi che Jack potesse essere un medico, mah....chissa!!!
Ma magari questa vicenda intriga ed affascina tanto proprio per questo motivo, perchè ancora è un mistero. Il giorno in cui verrà risolto l'arcano, penso che il fantomatico Squartatore verrà posto nel dimenticatoio.

ha detto...

Caro Lorenzo,
bello questo tuo post, concordo con Ilenia. A me piacque moltissimo il film con Deep ed anche piuttosto convincente..
l'ultima teoria cosa sostiene? lo scopriremo il tuo prossimo post però ho letto da qualche parte (se non erro) anche la teoria sconvolgente che Jack lo squaratatore fosse una donna , ti risolta oppure ho preso un abbaglio?
baci

Amicia ha detto...

Jack lo squartatore. Da come se ne parla può sembrare quasi una leggenda.
Mi intriga il complotto per coprire il "disonore" della casa reale inglese. Non sarebbe l'unico se il sospetto che si ha per la morte di Diana risultasse vero.
Leggerò il libro e vedrò il film.
Ciao
Tiziana

Il signore in giallo ha detto...

In effetti la leggenda di Jack lo Squartatore è molto intrigante. Nel libro della Cornwell sembra che non fosse necessario avere alcuna conoscenza di chirurgia per compiere quel tipo di omicidi... Però c'è qualche tesi un po' stiracchiata. Il complotto mi sembra forse più realistica.
Lù hai ragione. Si dice che potrebbe essere una donna. Nel prossimo post cercherò di spiegare come si è arrivati a questa ipotesi...
LB

Maddalena ha detto...

L'ho letto anch'io il libro della Cornewell, ma non è che abbia aggiunto molto di più a quello che si sapeva o meglio che non si sa ancora.

Il signore in giallo ha detto...

Di certo la vera identità di Jack the Ripper non verrà mai svelata. E' appunto questo alone di incertezza che ne rafforza il mito

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...