martedì 13 novembre 2007

Simbolica scrittura



Scrivendo da sinistra a destra, come la nostra cultura occidentali ci insegna, abbandoniamo dietro di noi quanto già abbiamo scritto.
Così, lasciamo alle spalle il nostro vissuto, e procediamo guardando il nostro futuro, lo spazio bianco ancora da riempire.
Proseguendo il nostro percorso grafologico, scopriamo che anche i margini del foglio sul quale scriviamo possiedono un significato simbolico.
Quindi, il margine sinistro simboleggia il distaccarsi dal passato, e quello destro l'avvicinarsi al futuro.
Esistono molte possibilità di riempire il foglio, e di lasciare margini più o meno ampi, o di "invadere" tutto lo spazio grafico a disposizione.
Prendiamo in considerazione, ad esempio, la situazione in cui i margini che lasciamo sono ampi (molto bianco intorno allo scritto) e simmetrici.
Chi scrive così, risulta essere una persona precisa, ordinata, ma in qualche modo troppo distaccata sia dalle origini, dal passato, dalla propria famiglia, sia dal futuro, dal quale cerca di allontanarsi mentalmente.
Sembra quasi incorporata nel tempo presente, dal quale non vuole uscire, per paura dell'ignoto, dell'imprevisto, e priva di autoanalisi.

7 commenti:

maggie ha detto...

ciao Alessandra, mi piace molto questo studio della scrittura, sarà perchè amo scrivere a mano, infatti mando, quando posso, ancora le buone vecchie lettere!
comunque, io scrivo in modo abbastanza allineato a sinistra, ma non faccio altrettanto a destra...in effetti mi rendo conto di essere una persona legata molto al passato...ma capirlo anche dal mio scritto è stata una bella scoperta. in effetti siamo le nostre parole..quelle che pronunciamo e, ancor di più, quelle che scriviamo.

Ely ha detto...

Ciao Alessandra
ho appena letto il tuo post e così incuriosita sono andata subito a guardare come scrivevo io.
Ebbene ho riscontrato questo: inizio a riempire la pagina dalla sinistra quasi attaccata al bordo in modo simmetrico e questo lo faccio per diverse righe, ma poi gradualmente mi sposto dal margine sinistra sino a staccarmi quasi di circa 2 cm e dall'altro lato più che simmetria ho notato che in genere finisco la frase con spazi vuoti perchè non tronco le parole.
Poi se il foglio è senza righe tendo a scrivere verso l'alto. E questo mi capita anche quando scrivo gli indirizzi sulle buste da lettera.
Che ne dici?
Grazie, Ely

Alessandra Lumachelli ha detto...

Per Ely:
timorosa di uscire dal tuo "guscio", ma entusiasta e desiderosa d'avventura!

Ely ha detto...

Grazie Alessandra!
Davvero curiosa la tua risposta: sembrerebbe una natura un po' contraddittoria, ma almeno positiva...
Alla prossima
Ely

Maddalena ha detto...

Ciao Alessandra anche io come Ely ho guardato come scrivevo: io scrivo vicino al margine sinistro e così continuo; poi nelle prime righie tendo ad arrivare fino all'estremo margine destro, per poi allontanarmici un pò e poi riprendere
Più o meno così:
oooooooooooooooooooooooooooooooooo
pppppppppppppppppppppppppppppppppp
mmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmm
nnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnn
cccccccccccccccccccccccccccccccccc
Grazie e ri-ciao!

Alessandra Lumachelli ha detto...

Per Maddalena: per te e' molto rassicurante avere un passato nel quale tendi ad "immergerti".. Vorresti tanto poter osare, ed avventurarti nell'ignoto, ma.. il vissuto te lo sconsiglia, e ti ritrai

Maddalena ha detto...

Penso cara Alessandra che sia proprio così, però fa bene sentirselo dire!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...