venerdì 9 novembre 2007

IL SIGNOR IN GIALLO



ANGELA LANSBURY
Il volto della Signora in Giallo
A cura di Lorenzo Losi

Di investigatori ce ne sono tanti. Ogni giorno la televisione ci offre un’ampia gamma di film o telefilm che hanno a che vedere con casi di omicidi più o meno efferati.
Ma chi sa coniugare garbo e fermezza, grinta e generosità in un cocktail talmente equilibrato da rendere il suo personaggio tra i più famosi a livello mondiale?
Niente di più facile: Angela Lansbury nella sua splendida interpretazione di Jessica Fletcher.
In un blog al femminile non si può non parlare di lei: LA SIGNORA IN GIALLO. Uno dei casi in cui l’affermazione “UNA DONNA, UN MITO” è davvero azzeccata.
La forza, la caparbietà che dimostra Jessica nella serie TV sono certamente il risultato delle vicissitudini che l’attrice ha trascorso nella sua vita.
Angela Lansbury è nata a Londra il 19/10/1925.
Quando è scappata dalla sua Inghilterra per fuggire ai bombardamenti degli aerei tedeschi durante la seconda guerra mondiale, non poteva certo immaginare che quel viaggio della speranza verso gli Usa si sarebbe trasformato in una grande occasione per realizzare il grande sogno della sua vita: RECITARE.
Possiamo quindi affermare che la carriera artistica di Angela Lansbury è iniziata a seguito di una grande tragedia come la guerra.
Debutta con “Angoscia” nel 1944 insieme a Ingrid Bergman e l’anno successivo nel film “Il ritratto di Dorian Gray”. Risultato: due nomination all’Oscar.
Nonostante la sua carriera sia ormani lanciata non trascura la vita privata così il 27 settembre 1945 si sposa con l’attore Richard Cromwell. Ma la loro è un’unione nata male: Cromwell, in realtà, è omosessuale e si è sposato con Angela solo per coprire il suo segreto, senza peraltro dire nulla alla sua giovane moglie.
Finalmente il 12 agosto 1949 si sposa con un uomo “vero” J, il produttore Peter Shaw, col quale avrà due figli: Antony e Deirdre Angela.
Tra cinema e teatro la sua carriera sembra davvero inarrestabile. In pochi anni conquista quattro Tony Award, gli Oscar del teatro americano, stabilendo un record che resiste ancora oggi.
Tutto sembra andare per il meglio ma, come un macigno, una grossa tragedia si abbatte su Angela. Verso la metà degli anni ’60, l’attrice deve confrontarsi con la sfida più grande: salvare suo figlio Antony dall’abisso della droga in cui è precipitato. Non basta. Antony si lascia anche affascinare da Charles Manson, il folle santone americano venerato dai molti seguaci della sua setta.
Angela è disperata. Non sa cosa fare. Finché, nel 1969, la donna legge sui giornali che Manson è responsabile dell’omicidio di almeno sette persone. Prende la situazione di petto e spedisce il figlio in Irlanda a disintossicarsi dalla droga e dall’influenza nefasta di Manson. Una scelta azzeccata: Antony risolve i suoi problemi e ritrova l’equilibrio a lungo cercato.
Così, all’inizio degli anni ’70, la Lansbury torna a lavorare e a mietere successi: Pomi d’ottone e manici di scopa è del 1971.
Finalmente nel 1984 le viene offerta la parte di Jessica Fletcher nel telefilm LA SIGNORA IN GIALLO.
Il resto è ormai storia nota.

Nei prossimi interventi parlerò più specificatamente della serie TV e del giallo come genere letterario.
Se avete domande su Jessica Fletcher o suggerimenti su come gestire questo spazio siete invitati a farvi avanti. Leggerò ogni vostro commento con la massima attenzione.

15 commenti:

Monica Caboi ha detto...

Lorenzino come stai?
Non sapevo che la signore Fletcher avesse avuto una vita così spericolata.
Comunque anch'io l'ho sempre guardata, come Fletcher si intende, anche se l'esperta è mia sorella e ho sempre pensato che portasse un pò sfiga.
Per carità, ottima investigatrice, ma ovunque arrivi lei ci scappa il morto...strano eh?
Bacetti

Anonimo ha detto...

IO AMO TANTISSIMO LA SIGNORA FLETCHER, è UN PERSONAGGIO CHE MI ISPIRA GRANDE UMANITà E SERENITA', è ASSOLUTAMENTE RASSICURANTE.
SE HAI LA FORTUNA DI NON ESSERE LA VITTIMA, LA SUA AMICIZIA TI AIUTERà SICURAMENTE A VENIRE FUORI DAI GUAI, DOVESSI ESSERE TU L'INDAGATO DEL CASO!!!
IO ANDREI VOLENTIERI A BERE UN THè E A MANGIARE UNA FETTA DI TORTA A CASA SUA, E SAREBBE UN BEL POMERIGGIO DI COLPI DI SCENA!
COMPLIMENTI A LORENZO BOSI CHE NE HA FATTO UN RITRATTO VERAMENTE STUPENDO, E SI CAPISCE MOLTO BENE CHE SI è PREPARATO IN MERITO E CHE è ,ANCHE LUI, UN SUO FAN.BUON LAVORO, A PRESTO
ANTONIO BORRELLI

Anonimo ha detto...

MA CHE VITA SPERICOLATA LA SIGNORA IN GIALLO, BELLA!!! PECCATO PERO' CHE NON LO TRASMETTANO PIU' O CHE QUANDO LO TRASMETTONO SIA SEMPRE IN UN ORARIO DOVE AL MASSIMO LO POSSONO GUARDARE LE CASALINGHE.
MI HA FATTO PIACERE LEGGERE LA SUA STORIA, GRAN DONNA, NIENTE DA DIRE!! GRAZIE E CIAO
ANTONIO BELLA

Anonimo ha detto...

SALVE, NON HO MAI SCRITTO COMMENTI SU UN BLOG DEDICATO AGLI SCRITTORI E ALLE STORIE, MA NON POTEVO NON FERMARMI DAVANTI ALLA MIA AMICA JESSICA, UN MITO UMANO VIVENTE!! CIAO,JIMMY

Il signore in giallo ha detto...

Ciao Monica e ciao a chi ha inviato i commenti... Ammetto che il fatto che lei si trovi PUNTUALMENTE dove avvengono dei delitti è un po' il punto debole della serie e questo può costarle la fama di iellatrice.
Ad ogni modo sono d'accordo con Antonio Borrelli sul fatto che Jessica Fletcher dia tranquillità ai telespettatori. Nonostante ci siano sempre morti ammazzati, il telefilm è rilassante. E' come se la protagonista fosse avvolta da un alone impalpabile di serenità che poi riesce a trasmette a chi la guarda.
Secondo me è questo che l'ha resa tanto popolare in tutto il mondo.

Con affetto
Lorenzo
Bacetti a Monica

IleniaF ha detto...

Evviva Lorenz!
Devo dirti che sei partito alla grande con la tua rubrica e d'altronde non potevi non esimerti dall'iniziare con il parlare di colei dalla quale hai preso in prestito il nome per dar voce alla tua rubrica.
Mi ha interessato molto la sua biografia, perchè di solito sugli interpreti del grande e del piccolo schermo non si pensa mai in versione "privata", invece è bello poterli conoscere, anche perchè in questo modo si avvicinano un pò più a noi comuni mortali.
Comunque, la serie non la perdevo mai neanche io, la guardavo sempre cercando di scoprire chi fosse l'assisino di turno.
Baci,
Ile.

maggie ha detto...

che bello questo spazio di gossip sulla signora in giallo...sono curiosa di leggere il resto...complimenti!

Maddalena ha detto...

Facciamo una petizione perchè la ritrasmettono, mio figlio è un suo fan sfegatato.

Il signore in giallo ha detto...

Nel prossimo intervento organizzeremo una petizione con lo slogan: TUTTI PAZZI PER JESSICA FLETCHER ^-^... comunque su Crime fox gli episodi della Signora in giallo vengono trasmessi. Inoltre...sono usciti i DVD con tutta la serie...
SALUTI A TUTTI
Lorenzo

Patrizia Finucci Gallo ha detto...

Lorenzo, meraviglioso Lorenzo ecco cosa ci mancava: te e la mitica signora Fletcher. Benvenuto in questo blog.

Ti adoro!

Maddalena ha detto...

Per piacere Lorenzo, dimmi dove si trovano i dvd: in libreria, in edicola, questo sarebbe un magnifico regalo di Natale per mio figlio.

Ely ha detto...

Bel post
io ho una cognata superaffezionata alla Sig.ra Fletcher, le farò leggere l'articolo.
Alla prossima puntata...
Ely

Il signore in giallo ha detto...

che bello vedere che LA SIGNORA IN GIALLO è amata da tanta gente.
Per rispondere a Maddalena posso dire che mio cugino li ha trovati al Marco Polo expert. Non penso avrai difficoltà a reperirli in qualsiasi Comet, Trony o MediaWorld ma anche alla Feltrinelli, insomma in qualsiasi centro dove si vendano Dvd...
Un forte abbraccio a tutti.
Patrizia anch'io ti adoroooooo

ciao ciao
Lorenzo

Anonimo ha detto...

Caro Lorenezo,anche se un po' in ritardo a causa della mancaza di mezzi adeguati, finalmente sono riuscita a leggere il tuo bellissimo pezzo sulla signora Fletcher!!! In tanti abbiamo amato le sue peripezie sul piccolo schermo, ma forse non tutti (me compresa) conoscevano le peripezie della sua vita privata. Grazie a te,ora,abbiamo potuto risolvere anche questo piccolo...giallo. Bacioni,Emma Brander

P.F.G. ha detto...

Ciao Emma,

come stai? E il tuo romanzo? Procede? hai visto il nostro Lorenzo...ora toccherebbe a te. Non hai voglia di aggregarti a noi?

Un bacione
P.F.G.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...