mercoledì 25 luglio 2007

VADE RETRO

Bologna, acqua ottocentesca
a cura di Alessandro Gallo


Impossibile credere che ai tempi odierni ci sia ancora un pezzo d’antiquariato che funzioni ancora nel pieno centro e invece a Bologna c’è! Sono delle macchine che servono a riscaldare l’acqua, funzionano a vapore (rispetto alle normali che vanno a metano o a gasolio) e raggiungono una temperatura non inferiore ai 100°C. Una fornace!
Una è piazzata negli scantinati profondi tre rampe di scale nel palazzo in via Rizzoli che fa angolo con palazzo re Enzo e l’altro è nella zona di via Oberdan.Ragazzi! Siamo nel 2007! Devono togliere quelle macchine anche perché potrebbero essere molto pericolose vista la situazione in questo grande paese che si sta abbassando di giorno in giorno! (guardate ad esempio via Castiglione, il livello della terra è molto più basso rispetto a quello del pieno centro, guardate le case, piene di fessure all’interno delle mura e, infine strada Maggiore, ci vuole lo scotch per tenerla unita!)
Bologna secondo me potrebbe diventare la seconda Venezia visto il pericolo del sottosuolo!
Ma da cosa è causato l’abbassamento del livello della terra? Ovviamente dall’uomo, noi cittadini bolognesi usiamo l’acqua sotterranea per dissetarci e per far funzionare ai fini del lavaggio gli elettrodomestici come la lavatrice per esempio!
Chi ci salverà dalla nostra città spezzata in due come un grissino per aver usato l’acqua? Il mare, forse?

6 commenti:

Anna Grazia Giannuzzi ha detto...

interessante uto di vista per guardare una citta.

Anna Grazia Giannuzzi ha detto...

punto, volevo dire punto. sarà che la mattina il cervello non si accende contemporaneamente al corpo?! o è solo colpa del pc?!

IleniaF ha detto...

Ciao Ale,
sai che questa non la sapevo?
Effettivamente è una brutta staoria questa.
Bologna=venezia....dobbiamo preoccuparci!!!!!
Bravo Ale, è bello che qualcuno ci faccia conoscere questi retroscena della Dotta Bologna.

Anonimo ha detto...

carissime signorine,
Anna Grazia, il pc è uno strumento tecnologico stupido e quindi può capitare di fare errori di battitura!
Ilenia, ahinoi questo è solo uno dei tanti segreti storici di Bologna! comunque spero di non venire a conoscenza di altre notizie di questo genere perchè vorrebbe dire che siamo molto indietro con i macchinari secondo me!
Alessandro

Katia Ceccarelli ha detto...

Interssante assai invece... chissà se è possibile fotgrafare queste macchine dinosaure? Ci si potrebbe fare un bel progetto nel contesto della Bologna sotterranea e della Bologna d'acqua... io l'ho buttata lì...

Diomira Pizzamiglio ha detto...

Le nostre città sono ricche di anticaglie che basterebbe mettere in sicurezza (...praticamente un'utopia)per rivalutarne il pregio ... o al museo.
Hai sollevato un bel tema, acchiappa il suggerimento di Katia, sai che storia ....sai che foto...!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...