domenica 21 settembre 2008

Creatina pour Femme

Quelle case...
a cura di Katia Ceccarelli

A ogni cambio di governo - e in Italia questo succede molto spesso - si torna a mettere le mani su quelli che vengono considerati i grandi mali di questo Paese ma che alla fine vengono da tutti indistintamente considerati ineluttabili come la prostituzione. Chi la vorrebbe regolamentare, chi la vorrebbe vietare, chi mette le multe.
Proprio in questo periodo ricorrono i 50 anni della Legge Merlin - la senatrice che decretò la chiusura delle "case chiuse" - scusate il bisticcio di parole. A suo tempo fu pubblicato anche un libretto (oggi ristampato dal piccolo editore EGA) e che io possiedo in versione originale il quale raccoglieva appunto le lettere indirizzate alla senatrice proprio dalle donne che avevano lavorato o ancora vivevano in quelle case. Alcune chiedevano aiuto, rassicurazioni, una presa di posizione da parte dello Stato con parole a volte ingenue e in un italiano stentato ma sicuramente molto efficace.
L'edizione originale (Edizioni Avanti!) risale al 1955 e contiene anche una prefazione di Carla Barberis Pertini, moglie dell'amatissimo Presidente della Repubblica.
La grande risoluzione a proposito delle "case" non passò inosservata neanche per il cinema e nel 1959 un film dal titolo "Arrangiatevi!" che vedeva fra i protagonisti Totò, Peppino De Filippo e Franca Valeri prendeva spunto proprio dalla Legge Merlin.
Ecco una scena memorabile in cui una sempre grande Franca Valeri interpreta "Siberia".
Guardate e commentate.

3 commenti:

Katia Ceccarelli ha detto...

Nota di servizio ai gestori del blog :-).
Ma perché mi schiaffate sempre nel fine settimana che poi non mi si fila nessuno?

maggie ha detto...

Ciao Katia!io leggo sempre con interesse la tua rubrica anche se sei nel fine settimana :) .purtroppo la connessione non mi va benissimo quindi non riesco a vedere il filmato,ma trovero'il modo!non sapevo di questo libretto...ora provo a trovare qualcosa su internet...!comunque non so se hai letto,ma le multe sono diventate delle barzellette perche'i vigili a volte non sanno se le signorine poco vestite esercitino o siano solo delle "veline"... ;) BACI MAGGIE

IleniaF ha detto...

Carissima Katia, a dire il vero, il fatto che tu sia la domenica o il sabato non comporta che tu non venga letta, te lo posso assicurare. Però se non ti va bene, al prossimo calendario ti metterò durante la settimana, no problem. Ho visto il filmato ed è semplicemente assurdo, come hai ben detto tu, che ogni governo nuovo debba lasciare la firma sulla parola prostituzione.
D'altronde da un ministro per le pari opportunità di cotanta " sobrietà" cosa ci si poteva aspettare....

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...