giovedì 11 ottobre 2007

EstremaMente


GRANDI DONNE CHE HANNO FATTO GRANDI SPORT.MANUELA DI CENTA.
a cura di Antonella Passoni

Manuela Di Centa nasce il 31 gennaio 1963 a Paluzza –Udine, campionessa olpimica di sci di fondo e sorella maggiore del campione olimpico Giorgio Di Centa.
La sua carriera inizia precocemente: esordisce in Nazionale nel 1980 a soli 17 anni dopo essersi messa in mostra nelle categorie giovanili, e due anni dopo è la rivelazione dei Mondiali Assoluti di Oslo con un ottavo posto, mentre in quelli juniores conquista un argento.
I primi risultati arrivano nel 1982 quando vince l'argento ai mondiali juiniores.Le prime medaglie arrivano in occasione dei primi mondiali di sci nordico organizzati in Italia: Manuela ottiene un argento e tre bronzi; alle Olimpiadi invernali di Albertville, nel 1992 arriva la prima medaglia olimpica, un bronzo; l’anno dopo, ai Campionati mondiali di Falun, in Svezia, ancora un argento e un bronzo.
Nel 1994, il suo anno magico, conquista ai Giochi Olimpici invernali di Lillehammer (Norvegia) 5 medaglie (due ori, due argenti e un bronzo) in cinque gare, un record mondiale; nello stesso anno conquista anche la sua prima coppa del Mondo. Nel 1995, ai mondiali di Thunder Bay (Canada) ottiene ancora un bronzo ed un argento mentre l’anno successivo, a 33 anni, vince la sua seconda coppa del Mondo.

Così raccontavano i giornali locali:

“DUE ORI; DUE ARGENTI; UN BRONZO: questo è quello che ha vinto, alle Olimpiadi di Lillehammer, MANUELA DI CENTA, in una irripetibile e unica progressione di risultati da far impallidire qualsiasi altro atleta. NESSUNO finora è mai riuscito a fare quanto Manuela in una sola volta; NESSUNO ha mai saputo vincere tanto nell’Università del Fondo mondiale, quale è la Norvegia. Una serie di primati che mai si erano verificati prima d’ora e che, per le leggi della probabilità, mai più si verificheranno. Ancora: 5 gare per Manuela; 5 medaglie, OGNI GARA UNA MEDAGLIA, il metallo meno pregiato (si fa per dire) viene colto solamente perché frutto di un risultato collettivo nella staffetta, dove una compagna, non in perfette condizioni, aveva compromesso fin dall’inizio un risultato ben più clamoroso. E anche nella staffetta Manuela, a ribadire di essere la più forte, realizza il migliore tempo di tutte”.
Nel 1996 ottiene uno dei riconoscimenti più prestigiosi per un fondista, la Medaglia Holmenkollen, che nessun italiano aveva mai ricevuto. L’ultimo suo trofeo è il bronzo alle Olimpiadi invernali svoltesi a Nagano (Giappone), nel 1998; l’atleta friulana ottiene un bronzo e quindi annuncia il suo ritiro dall’attività sportiva.

Palmares
Olimpiadi invernali: due ori, due argenti e tre bronzi in 5 partecipazioni
Coppe del Mondo di sci di fondo: 2 vittorie (1994, 1996)
Campionati Mondiali: 3 argenti e 4 bronzi
Campionati Mondiali categoria juniores: 1 argento (1982)

















11 commenti:

IleniaF ha detto...

Anto è strepitoso!!!!
Lo sci non è mai stato uno sport che mi ha particolarmente coinvolto, ma le imprese della Di Centa che le dimentica!
E' stata una grande campionessa.
Bella scelta quella di parlare di questa grande atleta, un modo, anche, di avvicinarci ad uno sport, purtroppo, poco sotto i riflettori!

antonella ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
antonella ha detto...

Ilenia il tuo entusiasmo è strepitoso!!!
Grazie.

Maria Cristina Campagna ha detto...

Parli proprio con Passione..
E sai trasmetterla.
Baci

Ely ha detto...

BRAVA ANTONELLA!!
Sono d'accordo con Maria Cristina: sai parlare con passione...
Ovviamene conoscevo già questa grande campionessa ma ero all'oscuro delle sue "vere" conquiste e Record. Grazie.
Bacioni Ely

antonella ha detto...

perchè se la passione non si sente non è passione...sembra una frase da baci perugina ma è quello che penso...Devo ammettere che sono piuttosto orgogliosetta della manuela e quando ci penso mi lucciano gli occhi.Tra tanto globalismo un pò di sano campanilismo ogni tanto fa bene ed in queso caso,un pò mi compiacio di essere una donna friulana:)

IleniaF ha detto...

Cara Anto, sei tu che trasmetti il tuo entusiasmo, sprizzi vitalità e amore per questo sport in maniera incredibile!!!!
Sei una grande!

Anonimo ha detto...

Peccato le mille accuse di doping con il famigerato Prof. Conconi mai del tutto fugate.....

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
antonella ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...