giovedì 20 settembre 2007

OFF#LIMITS


DONNE,
TA-DA-DA,
IN MEZZO A UNA VIA ...

a cura di Diomira Pizzamiglio


Venezia: Barbara Zolezzi, scrittrice di gialli storici è nata al Lido di
Venezia, dove risiede. Ha pubblicato con editori quali Sonzogno, Mondatori,
Hobby & Work. Con la Casa Editrice Ibiskos è stato pubblicato il primo
giallo storico ambientato nella Venezia Rinascimentale, alla fine del
Cinquecento. E’nota al pubblico per le storie dell’ Avogador de Comun, Sir
Paolo Priuli, magistrato della Serenissima Repubblica che indaga su efferati
delitti in una Venezia cosmopolita, multirazziale e all’apice della propria
gloria, con l’aiuto del suo medico - strologo Abrahim, della poetessa -
cortigiana Veronica Franco, del Veronese e della cortigiana Tiziana Orio. Il
plot e le vicende narrative sono ambientate, come già detto, nella
Serenissima di fine ‘500.
Vincitrice per due volte del Premio ‘Gran Giallo’ al Mystfest di Cattolica,
inserita nell’Antologia KILLERS & CO edizioni Sonzogno, sta scrivendo un
piccolo romanzo su… Restiamo un po’ nel mistero…
Pax tibi avogador meus (edizioni Omnia Office) scritto in collaborazione con
Elisabetta De Pieri è la prima opera editoriale non tecnica, come si diceva,
completamente accessibile, nata dalla collaborazione tra la signora Zolezzi
e Roberto Scano. Il primo giallo completamente accessibile.
Si può ordinare su IBS o in libreria.

Roma: Simonetta Biserni, fiorentina di nascita ma romana d’adozione. Compone
romanzi introspettivi dove svela le potenzialità nascoste nell’animo umano.
Scrive fiabe, la sua ultima opera è Friendel pubblicato da Omnia Office
http://www.omniaoffice.com/libro.asp?isbn=978-88-6054-001-0>
Tra le prime a divulgare on line l’omeopatia, la pranoterapia lo yoga e gli
olii essenziali, ha riscosso riconoscimenti sia dalla stampa, che da
importanti esperti in materia.
Sono presenti sempre su internet, i suoi articoli dove racconta dei misteri
che si celano dietro la nascita.
Ha inoltre collaborato con riviste letterarie di rilievo, scrivendo articoli
riguardanti il mondo dell’editoria e della letteratura.
Due donne, due scrittrici s’incontrano ed è subito intesa: nasce un romanzo
a quattro mani.

Ciao Barbara, è un piacere ritrovarti e soprattutto è un onore averti ospite
in questo blog.
So che non ami scrivere da sola, e questa volta hai composto con Simonetta
Biserni, ci racconti di cosa parla il vostro libro?

Con la Signora Biserni è uscito Il segreto del Lupo Solitario, Kappa Eventi
- Prospettiva Editrice - www.Kappaeventi.com - E’ un e-book ambientato a
Londra nella metà del 700 e tratta dell’eterna lotta tra bene e male.
Da sola, poi, ho terminato il seguito di Pax Tibi, Avogador meus, che spero,
potrà uscire a primavera, sempre in Tetralibro, dal titolo: L’Avogador e i
Codici di Alessandria.

Anche il tuo romanzo storico “Pax tibi avogador meus” è scritto in
collaborazione con Elisabetta de Peri, ci racconti la scrittura a più mani?
Come si realizza?

Con la signora De Pieri abbiamo collaborato fino al 2000 ed è stata
un’esperienza assai intrigante. Scrivere a quattro mani arricchisce molto
perché, se si va d’accordo, ci si integra con idee, trame, personaggi e
l’avventura continua.
Innanzitutto per scrivere a quattro mani sono necessari interessi comuni e
comuni intenti e poi… meglio lavorare insieme, se possibile, scrivendo
proprio in due. Certo, ci vuole un certo feeling intellettuale, altrimenti
potrebbero nascere solo disastri.
Non è facile, ma molto stimolante.
Qualche volta è necessario dividersi i compiti e allora, in questo caso, si
tasta con mano la compatibilità… di scrittura.

Su internet sono nati molti blog e siti in cui si può entrare e contribuire
alla costruzione di una storia, è un’esperienza che consiglieresti ad un
esordiente come primo approccio alla scrittura?
Sì, la consiglierei, anche se, enfin… , credo di essere una delle poche
scrittrici che costruisce le proprie storie senza fare un progetto
dettagliato prima di incominciare l’avventura. Io, quando ho in testa i
personaggi, lo svolgere della trama e lo sviluppo della storia nel suo
complesso, incomincio a costruire tutta la vicenda senza dividerla in
capitoli e senza segnare cosa dovrebbe accadere di volta in volta.
Però per un esordiente, che desidera incominciare a scrivere, ci vogliono
alcune regole. Dopo, sarà lui e/o lei a costruirsi un proprio metodo.

Che consigli daresti a chi desidera cimentarsi in questo splendido mestiere?

Di avere molta pazienza e di non mollare, mai, perché pubblicare o trovare
un editore è difficile. Non bisogna perdere l’entusiasmo, né la voglia di
continuare nonostante le prime sberle.

E adesso la parola a Simonetta che saluto e mi complimento per la splendida
collaborazione, ma parliamo un po’ di te: come sei arrivata alla scrittura?

Diciamo che scrivo da quando ero piccola anche se non avevo mai pensato di
farlo per mestiere. Poi, un giorno è arrivata, come si dice, la sempre
cercata ispirazione e… et voilà nacque il mio primo romanzo Tre Giorni in
Paradiso, che poi ha rivisto di nuovo la luce come e book sempre sul sito
www.Kappaeventi.com. E’ una fiaba e, come tutte le fiabe, contiene un fondo
di verità.
Di lì in poi, il passo per andare avanti è stato breve e trovavo sempre più
spesso non solo il tempo per scrivere, ma mi accorgevo che mi veniva sempre
più facile trovare le parole per esprimere quello che provavo nel vivere le
esperienze della vita.
Lentamente ma inesorabilmente, mi sono ritrovata a non potere fare a meno
della scrittura e a fare di quello che all’inizio era un hobby, un mestiere.

So che oltre alla pubblicazione con la signora Zolezzi è un uscito un tuo
nuovo libro, raccontaci, noi di Rosa Stanton siamo curiose:

Si è vero, è uscito il mio quinto romanzo appunto con OMNIA OFFICE.
Si tratta di un progetto innvotivo. Difatti il libro sarà un ebook/ Print on
Demand cioè potrà essere scaricato sia attraverso internet, che ordinato,per
chi lo desidera, in formato cartaceo.

Friedel è la favola di uno scrittore in pieno blocco di creatività.
Ciò non costituirebbe un problema se non avesse da consegnare, in tempo
brevissimo, il suo prossimo lavoro all'editore.
Ma la tanto sospirata ispirazione non arriva.
Ma ecco che la magia della vita si mette all'opera.
Il nostro scrittore in difficoltà viene aiutato da Friedel, un simpatico e
saggio gnomo che lo conduce nel suo fantastico mondo e, attraverso questo
straordiario viaggio, gli fa riconoscere quali siano i veri valori della
vita che, se vissuta assecondando le Leggi dell’Universo, ci donerà la
chiave per aprire la Porta alla nostra vera esistenza e magia delle magie…
Eh, no, il finale non lo posso proprio raccontare però vi posso svelare
che...
...Volete sapere chi era realmente Friedel?
Anche questo non se posso dirlo ma, vi posso sussurrare, che è stato un
grande amico di uno dei piu' grandi compositori del nostro tempo.
Friedel contiene il racconto Il Musicista segnalato al Premio Elsa Morante
indetto dalla TAM TAM edizioni nell'anno 2000.


4 commenti:

Barbara Zolezzi ha detto...

Grazie Diomira per la bella intervista!

Diomira Pizzamiglio ha detto...

Alla prossima .... Barbara

Anonimo ha detto...

I'm in a love-hate relationship with digital memory because of the way prices are always,and I domean always falling. I hate buying SD Cards for my R4 / R4i at (what seems to be) a cheap price only to see it become ten percent cheaper a few weeks later.

(Posted on NetPost for R4i Nintendo DS.)

Anonimo ha detto...

salve amici Io amo la tua scrittura nel tuo blog si sta facendo un buon lavoro anche dare uno sguardo a il mio spazio a http://www.jenniferleigh.pokersemdeposito.com/ circa di poker download e lasciare la tua opinione!
scusa mio cattivo italiano
ciau

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...