domenica 8 aprile 2007

EstremaMente



Estremamente
di Antonella Passoni

Sono una maratoneta per caso ed una scialpinista per vocazione.
Sono una donna che ha sconfitto la maledizione del Golem lesbo-intellettuale femminista.
Ho anche sgominato le rampanti degli anni ottanta, le perfide Uome con il Dna della carriera.
Sopravviverò a quest'epoca che mi vuole eternamente giovane, perfettamente abbronzata, delineata, esoterica, biodinamica, ecologica ed ottima cuoca?
Spesso mi chiedo cosa desidero veramente: un paio di tette nuove, grandi come quelle di una porno star od un cervello arguto e rivoluzionario, come quello di un'astrofisica?
Forse non lo saprò mai.
E voi? Che cosa desiderate veramente?

10 commenti:

toni fur cul chiaf ha detto...

ma sei veramente sicura che sia quest'epoca a volerti sempre giovane, abbronzata eccetera?
tu cosa vuoi da te?
la ricerca di qualcosa è sempre positiva...la ricerca a qualunque costo può diventare pericolosa.

Diomira Pizzamiglio ha detto...

Io mi chiedo quale sia la ragione della mia esitenza e talvolta confondo ciò che vorrei essere con ciò che devo essere, o che gli altri vogliono che io sia. La verità, se ne esiste una,è che ogni giorno battagliamo per essere belle e intelligenti, giovani e sagge, abbronzate con stile.

Anonimo ha detto...

Per Toni.
So di non sapere,come diceva Socrate.Sono passi 20 secoli, ma in certi casi vale ancora.
La ricerca è un scelta soggettiva,e tutti siamo liberi di esagerare:c'è chi colleziona cime di 7000mt,chi fa 24 maratone all'anno.Non vedo pericoli in tutto questo.
Per Diomira:lo stile,la grazie,la classe...e tu ce le insegni con forza e femminilità!
a.p.

Ely ha detto...

Cosa desidero veramente?
Forse un pò di tempo anche solo per pensarle ed organizzarle queste idee!
La notte spesso mi chiedo: domani riuscirò a fare tutto quello che "devo" fare?
A parte l'ironia, credo che ognuna di noi abbia tra i suoi sogni qualcosa di puramente superficiale.
Attenzione: importante e fondamentale per alcune, decisamente inutile per altre. Ma rispettabile qualsiasi ambizione, no!?

IleniaF ha detto...

Anch'io ancora non so bene cosa voglio veramente, la mia è un'inquietudine che non mi abbandonamai.
Ma sto lottando per cercare di allontanarla.
Essere sempre belle, sempre perfette a mio parere poco importa, ma ahimè, il vivere quotidiano ci impone questo.
Ma sono convinta che, se veramente lo vogliomo, cioè essere come siamo, vere e non artefatte, si riuscirà a cambiare questo stereotipo di donna perfetta!!

toni fur cul chiaf ha detto...

non contesto assolutamente la ricerca continua di se stessi e neppure l'esagerazione della ricerca di qualcosa...sono dubbioso del fatto che si possano fare troppe ricerche contemporaneamente.
"il troppo è nemico del buono" (o qualcosa del genere) recitava un vecchio adagio e mi riferisco alla quantità non alla qualità.
toni

ha detto...

perchè dobbiamo adeguarci a come ci vuole quest'epoca? io mi adeguo solo a ciò che voglio io, a ciò che desidero e che mi rende felice o almeno serena, non voglio inseguire gli stereotipi di questa società, da quando ho smesso di farlo la mia vita è molto migliorata, sono quello che sono e cerco di fare il meglio che posso, ma non voglio distruggermi e disperarmi inseguendo l'impossibile......

Anonimo ha detto...

Alla fine,una sottile inquietudine,
un'indecifrabile sensazione di inadeguatezza,
mi spinge ad andare oltre.
A volte estrema,spesso al limite,
ma sempre e comunque me stessa.

Antonella Passoni

alessandro ha detto...

Sono passato a trovarti, tu che scali le cime sei mai caduta?

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...