lunedì 30 aprile 2007

EstremaMente


Liposucchiami
di Antonella Passoni

Quando dici chirurgo estetico dici eros.Se hai troppo poco gli chiedi: "Riempimi".Se sei troppa implori: "Liposucchiami".E diventi potente,invincibile.Piacere agli altri eccita e questo autoerotismo mentale fa venire voglia di ritocchi.Ieri,l'estetista,mentre scioglieva la cera, mi dice che se le è rifatte fare:"E'una tecnica nuova,dolorosissima,ma ne vale la pena.Guarda che capolavoro".Sono sconvolta,sembrano vere!Penso alle mie cadenti doc,un paio di souflè lievitati male.Ho la nausea.Quelle che erano delle certezze inderogabili -E' più importante essere che apparire ed accettiamoci come siamo -, ora sono un obsoleto tripudio di luoghi comuni.Quelle due magiche tettone lucenti,che riempivano la stanza di gioia ed illuminavano l'estetista,mi hanno fatto riflettere e mi domando:"Il mio corpo è mio e me lo gestisco io",vale anche per la chirurgia estetica?Mi ritorna in mente lo sguardo inebetito del moroso,quando ordina un caffè alla quinta esagerata della barista.E,maledizione,mi viene in mente anche Bisio,quando sentenzia che al di sotto della quarta non può essere vero amore.Penso alla popputissima ragazza del bar e mi irrito quando mi sento dire amore,sei una sportiva,non puoi averne tanto.Ma certo che posso!Lo penso ma non lo dico,sarebbe come ammettere che Bisio ha ragione.

11 commenti:

per-la-luna ha detto...

E' cominciata così, come un soufflè sgonfiato, che a stento riempie le coppe del reggiseno.
E tutto sembra cedere,
non ci si riconosce.
Ci può essere un rimedio.
Ce n'è uno per tutto.
Acquista a rate la tua quinta essenza.
Che oggi non si può più farne senza.
E' semplice, e abbiamo sdoganato i pregiudizi.
Cedevoli arrendevoli, inclini ai vizi.
Mi piace, averle sode, grosse, allettanti.
Potrei, ci sto pensando...
In fondo è come fare un leasing per il gusto.
Ma di più mi piace arrotolare tele di parole itriganti.
E quelle, vi garantisco, neanche a mututi a tassi convenienti si comprano...o le si sa, o oppure t'accontenti di mani che ti palpano e sguardi che ti mangiano.
Ri-piacciamoci.

antonella ha detto...

Credo nell'autoironia e nella voglia di non prendersi sempre troppo sul serio.Spesso possono essere utili.

Katia Ceccarelli ha detto...

Con tali premesse sai che ti dico?
Chissenefrega dell'amore!

Anonimo ha detto...

Sono d'accordo con Pre-la-luna , rivalutiamoci non tanto per quello che appariamo fuori, ma per quello che abbimo dentro.
Abbasso Manuela Arcuri, viva Susy Blady.
Maddalena

antonella ha detto...

Non dimentichiamo la Litizzetto e la Guzzanti!Esilaranti,ironiche argute e terribilmente sexy!

Katia Ceccarelli ha detto...

Cara Maddalena,
vorrei farti notare che la Arcuri viene già considerata una starlette dalle forme "morbide" ovvero abbondante... pensa come siamo messi...

antonella ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
antonella ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
antonella ha detto...

Anoressiche taglia 36 e super maggiorate.Ce n'è per tutte.Anche per chi ha voglia di ridere delle proprie paranoie ed insicurezze.

ha detto...

c'è stato un periodo della mia vita che passavo molto tempo a scrutarmi allo specchio alla ricerca di difetti e imperfezioni, e ne trovavo sempre tanti, però quello che proprio mi dava fastidio era una piccola gobbetta sul naso, che proprio non mi faceva vivere. Fu così che quando mi si presento l'occasione (dovevo fare un intervento al setto per favorire la respirazione) chiesi al chirurgo se poteva togliermi anche la gobbetta, lui disse che poteva anche fare di più ossia far intervenire un chirurgo estetico e accorciarmi il naso, farlo all'insù ecc ovviamente pagando almeno il rimborso della sala operatoria e un supplemento per il chirurgo.
Ci pensai un pò su, avevo da parte qualche soldo grazie ai miei primi guadagni. Alla fine però chiesi al chirurgo di togliere la gobbetta e lasciarmi il naso esattamante com'era, avevo il terrore di non riconoscermi più. L'intervento al setto andò bene, non intervenne il chiururgo estetico e la gobbetta, che è formata da semplice cartilagine fu tolta.
Ora ho un naso senza gobbetta, ma lungo come prima e non particolarmente piccolo, almeno in rapporto al mio viso. Sono contenta di aver tolto ciò che proprio mi disturbava ma sono molto contenta di riconoscermi allo specchio. Quindi come potete capire sono d'accordo con la chiururgia quando può correggere dei difetti insopportabili o complessanti, oppure quando può rimediare a malattie o incidenti.
Per il resto penso che sia importante rimanere se stessi e accettarsi. Questo non vuol dire che non bisogna cercare di migliorarsi con il trucco, mantenersi in forma con attività fisica ecc, con una corretta alimentazione ecc ecc. io per esempio cerco di farlo, ma mi tengo le labbra sottili (le labbra a canotto sono davvero terribili)e la cellulite (nonostante la palestra è sempre lì in agguato)
Mi accetto e spesso mi piaccio e questo (credo o mi sembra) piace anche agli altri.
accettiamoci e amiamoci !

antonella ha detto...

Ripiacciamoci,accettiamoci, amiamoci.Come si fa?Chi sa dica.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...